Internazionale Home biografia/opere      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Indicazioni biografiche



(foto di G. Morricone)

Leandro Piccioni é nato a Tarquinia e vive a Roma, città in cui ha svolto gli studi di pianoforte, composizione e direzione d'orchestra al Conservatorio S. Cecilia diplomandosi in pianoforte con Gaetana La Rocca (1982) e composizione con Carlo Bellandi (1984).

Fra gli anni ’70 e ’80, durante e dopo gli studi accademici e di perfezionamento con Silvano Bussotti a Fiesole e Franco Donatoni alla Chigiana di Siena, il rapporto di amicizia e stima con Amedeo Tommasi lo ha introdotto nel mondo del jazz e del cinema, già da  quando ancora quindicenne collaborò alla realizzazione delle colonne sonore di alcuni film di Pupi Avati. 
Insieme a Tommasi nel 1984 ha composto e realizzato la colonna sonora delle 6 puntate di Guerre Italiane, importante produzione Rai con la regia di Massimo Sani.


Pochi anni dopo arriva la preziosa collaborazione con Carmelo Bene, che lo ha portato come suo "stimato musicista" alla Biennale di Venezia nel 1989, alla Pentesilea del Teatro Olimpico di Roma nel 1990 ed al Macbeth al Teatro Argentina.

Fra la fine degli anni ’80 e i primi anni ’90 produce musica di vari generi per etichette come la BMG, la Fonit Cetra, Rai Trade e scrive musica per radio (da circa 30 edizioni annuali realizza la sigla del programma di RadioTre la Barcaccia di Michele Suozzo ed Enrico Stinchelli, intelligente finestra giornalistico\satirica sul mondo dell’opera), televisione e teatro. Sono stati quelli gli anni degli arrangiamenti pop e delle sonorizzazioni, che lo hanno preparato ad affrontare di li a poco le importanti esperienze cinematografiche come autore di colonne sonore originali.
Alla fine dei '90 produce, nel suo studio di registrazione, colonne sonore anche con altri compositori che si avvalgono della sua collaborazione come orchestratore, pianista ed esperto di programmazioni software (allora agli albori) e inizia una importante collaborazione come compositore e arrangiatore con gli Avion Travel con cui collabora alla colonna sonora del film La guerra degli Antò di Riccardo Milani.

Negli anni 2000, scrive e dirige le colonne sonore dei film Il Sequestro Soffiantini, Nemmeno in un sogno, Il Posto dell'Anima (per il quale ha avuto il premio giuria popolare al festival del cinema di Lagonegro nel 2003), Ultima Pallottola di Michele Soavi, La Omicidi, Assunta Spina, Rebecca la prima moglie,  mentre per il film Lascia perdere Johnny di Fabrizio Bentivoglio, che si è avvalso della colonna sonora originale di Fausto Mesolella (candidato al David di Donatello), ha orchestrato e diretto le canzoni non originali, ottenendo a sua volta la candidatura al Premio David di Donatello 2008 per l’orchestrazione di “Amore Fermati", cantata da Peppe Servillo.


In quegli anni collabora parallelamente con l'Orchestra di Piazza Vittorio (fin dalla fondazione avvenuta nel 2002), con cui lavora come autore, pianista, arrangiatore e direttore alternandosi con il fondatore Mario Tronco, componente degli Avion Travel.

Con Tronco e la OPV dopo i primi due cd arrivano le particolari elaborazioni di opere liriche con il Flauto Magico di Mozart, che ha debuttato nel 2009 al festival Le Nuits de Fourviere di Lione, poi con Carmen di Bizet nel 2013 e il recentissimo Don Giovanni di Mozart che ha debuttato lo scorso giugno 2017 sempre nello stesso festival, in coproduzione con l'Accademia Filarmonica Romana. Il Flauto Magico era coprodotto con la Fondazione Romaeuropa.


Con il Flauto Magico dell’Orchestra di Piazza Vittorio ha suonato nei più importanti teatri d’Italia come il Teatro Olimpico di Roma, il Teatro Comunale di Ferrara, il Carlo Felice di Genova, la Fenice di Senigallia, il Comunale di Modena, il Puccini festival di Torre del Lago, Il Carignano di Torino, Il Ponchielli di Cremona, il Regio di Parma e d’Europa come  l'Athens & Epidaurus Festival di Atene, il Grec di Barcellona, il Luxor Theatre di Rotterdam, il Delamar Theatre di Amsterdam, l’auditorium Bobigny di Parigi, solo per citarne alcuni.
Mentre con Carmen par l’Orchestra di Piazza Vittorio, rappresentata dal 23 al 26 giugno 2013 all’anfiteatro romano di Les Nuit de Fourvière di Lione (produttore  dell’opera), con coro e orchestra dell’Opera di St. Etienne da lui stesso diretti,  nel giugno 2014 ha aperto la stagione del Teatro dell'Opera di Roma a Caracalla.
Con l'Orchestra di Piazza Vittorio ha realizzato anche le colonne sonore di due film di Fariborz Kamkari I Fiori di Kirkuk (candidato ai Globi d'Oro nel 2011) e Pitza e Datteri del 2014 oltre al "CREDO", oratorio interreligioso presentato in prima assoluta al festival Todos di Lisbona e in prima italiana al Teatro Olimpico di Roma per la stagione 2015 dell'Accademia Filarmonica Romana.

Nel 2001 ha iniziato la straordinaria collaborazione con Ennio Morricone, con il quale ha superato 100 concerti come pianista e tastierista (condividendo talvolta il ruolo con la storica pianista del maestro Gilda Buttà). Ha suonato nei più importanti e imponenti auditorium del mondo nelle città di Londra, Dublino, Belfast, Woodstock, Parigi, Nantes, Nimes, Touluse, Strasburgo, Nizza, Lione, Lille, Bruxelles, Anversa, Gent, Lussemburgo, Bilbao, Madrid, Lisbona, Berlino, Francoforte, Amburgo, Stoccarda, Oberhausen, Monaco, Colonia, Mannheim, Zurigo, Amsterdam, Rotterdam, , Stoccolma, Helsinki, Copenhagen, Kiev, Minsk, Mosca, San Pietroburgo, Vilnius, Zagabria, Sofia, Praga, Vienna, Budapest, Lodz, Wroklav, Bratislava, Cracovia, Baku, Santiago del Cile, Città del Messico, Monterrey, Guadalajara, Seoul, Perth e Adelaide in Australia. Con il maestro ha collaborato in molte registrazioni per colonne sonore come Ripley's Game, Gino Bartali, La Provinciale,  Giovanni Falcone, Baaria, La Corrispondenza, The Hateful Eight (premiata con l'Oscar nel 2016).
In Italia ha suonato Al Palalottomatica e all’Auditorium di Roma con l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, alla Scala di Milano con l’Orchestra Filarmonica della Scala, al Milanofiori di Assago (Milano), all’Arena di Verona, poi Firenze, Bologna, Padova, Udine, Lucca, Caserta e in molte altre città con la Roma Sinfonietta, oltre che all’auditorium della Rai di Torino con l’Orchestra Sinfonica della Rai.


Ha diretto con suoi arrangiamenti l’Orchestra Roma Sinfonietta al concerto di piazza San Giovanni del 1° Maggio 2011, all'evento ai Fori Imperiali del Natale di Roma del 21 aprile 2012 e al concerto di Bruce Springsteen all'Ippodromo di Capannelle dell'11 luglio 2013. Con la Roma Sinfonietta ha inciso anche alcune sue colonne sonore.
Nel 2007 inizia la collaborazione con il Quartetto Pessoa che lo coinvolge in veste di pianista, compositore arrangiatore.
Con il quartetto ha fatto diversi concerti e per 4 anni di seguito ha suonato per la stagione di Castel Sant’Angelo a Roma e ha realizzato 2 cd di cui uno con la partecipazione del cantante Peppe Servillo e l’altro con il clarinettista Gabriele Mirabassi, con il quale ha recentemente inciso un video per il progetto legato al grande pianista di jazz Bill Evans per il progetto Bill Evans in classic.


Nel 2013 ha diretto gli archi della Roma Sinfonietta per i 2 cd di Mina dedicati agli standards americani con arrangiamenti di Gianni Ferrio.

 




 








Internazionale Home biografia/opere      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra